Home » CBD News » La combinazione di CBD e THC aiuta a trattare i sintomi della Sindrome di Tourette, secondo un nuovo studio.
La combinazione di CBD e THC aiuta a trattare i sintomi della Sindrome di Tourette

La combinazione di CBD e THC aiuta a trattare i sintomi della Sindrome di Tourette, secondo un nuovo studio.

Un recente studio clinico ha dimostrato che la cannabis medica da risultati benefici nel trattamento dei gravi sintomi della Sindrome di Tourette, come riportato da The National Tribune.

I ricercatori della Lambert Initiative for Cannabinoid Therapeutics dell’Università di Sydney e del Wesley Research Institute, guidati dal neuropsichiatra Dr. Philip Mosley e dal Professore Iain McGregor, hanno riscontrato una diminuzione statisticamente e clinicamente significativa dei tic motori e vocali nei pazienti che hanno utilizzato la marijuana medicinale.

I risultati preliminari suggeriscono potenziali benefici dall’uso di prodotti a base di cannabis con contenuto di Δ9-tetraidrocannabinolo (THC) e che la combinazione con cannabidiolo (CBD) potrebbe aiutare a ridurre gli effetti collaterali associati e aumentare la sicurezza nell’uso del THC.

Lo studio

I ricercatori hanno scoperto che THC e CBD possono essere collegati a una diminuzione della frequenza dei tic e a una riduzione della gravità dell’impairment legato a tic, ansia e disturbo ossessivo-compulsivo.

Il termine “riduzione della gravità dell’impairment” si riferisce alla diminuzione dell’intensità o della severità dei problemi causati da una determinata condizione. In questo contesto, i tic, l’ansia e il disturbo ossessivo-compulsivo sono sintomi o problemi associati alla Sindrome di Tourette. Dunque, la frase implica che l’uso di THC e CBD può portare a una riduzione dell’entità di questi sintomi o problemi, rendendo meno severe le conseguenze dell’ansia, dei tic e del disturbo ossessivo-compulsivo sul funzionamento quotidiano del paziente.

Pubblicato nella rivista New England Journal of Medicine: Evidence, lo studio in doppio cieco ha coinvolto 22 partecipanti adulti, di cui otto donne, con gravi sintomi della malattia di Tourette. Nel corso di due blocchi di sei settimane, i pazienti hanno ricevuto sia olio di cannabis medicinale sia un placebo.

Mosley ha dichiarato che la loro ricerca ha utilizzato un nuovo approccio metodologico.

“Questo è il primo studio rigoroso e metodico sulla cannabis medicinale ad essere condotto in un gruppo di persone sufficientemente grande da trarre conclusioni definitive sulla sua efficacia”, ha detto.

Mosley ha anche spiegato un meccanismo dietro la nuova scoperta scientifica.

“La cannabis interagisce con specifici recettori presenti nelle cellule nervose del cervello e che fanno parte del sistema endocannabinoide del corpo”, ha detto.

“Effettivamente, la stimolazione di questi recettori rafforza un filtro perdente che ora impedisce ai movimenti e alle vocalizzazioni involontarie di essere espressi dai nostri partecipanti.”

Ricerche precedenti

Nel frattempo, le nuove scoperte dei ricercatori australiani si basano su ricerche precedenti pubblicate sulla rivista Cannabis and Cannabinoid Research lo scorso anno.

Lo studio intitolato “Uso della cannabis medicinale in pazienti con la Sindrome di Gilles de la Tourette in un contesto reale” ha valutato i sintomi dei pazienti immediatamente prima e dopo sei mesi di trattamento con la cannabis.

Gli esperti hanno riscontrato “un miglioramento statisticamente significativo nella qualità della vita, nello status lavorativo e [una] riduzione del numero di farmaci, con un numero statisticamente significativo di pazienti che segnalano miglioramenti nei sintomi dell’OCD e dell’ansia dopo sei mesi di trattamento.”

Marco Cinofilini

Proprietario di un’erboristeria e sostenitore del CBD come rimedio naturale per trattare diverse condizioni di salute.

Leave a Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 potenziali effetti collaterali dell’olio di CBD per cani: leggi questo prima di utilizzarlo

Olio di CBD per trattare la broncopneumopatia cronica ostruttiva? Ecco cosa dice questa ricerca

Qual è il momento migliore della giornata per assumere l’olio di CBD?