Home » CBD News » 6 potenziali effetti collaterali dell’olio di CBD per cani: leggi questo prima di utilizzarlo
effetti collaterali cane olio cbd

6 potenziali effetti collaterali dell’olio di CBD per cani: leggi questo prima di utilizzarlo

Il CBD è diventato una delle mode più popolari nel campo del benessere degli ultimi anni. Inizialmente, i composti della cannabis erano illegali, ma il CBD è stato il primo a ricevere attenzione e apprezzamento nelle comunità scientifiche, contribuendo a farsi conoscere al grande pubblico. Inevitabilmente, questa moda si è estesa anche ai nostri animali domestici.

Oggi, esistono vari prodotti a base di CBD specificamente creati per gli animali, come snack e oli. Il CBD è generalmente considerato sicuro e naturale per gli adulti, ma è altrettanto sicuro per i nostri cani? Esaminiamo più da vicino l’olio di CBD per cani e i potenziali effetti collaterali che potrebbe causare, prima di iniziare a offrire snack al CBD al tuo amato amico a quattro zampe.

Cos’è l’olio di CBD?

Il CBD, abbreviazione di cannabidiolo, è uno dei molti composti cannabinoidi presenti nelle piante di cannabis. Sebbene la cannabis sia famosa per i suoi effetti psicoattivi, il CBD è un composto non psicoattivo che offre vari benefici per la salute. Non provoca uno stato di alterazione come il THC (tetraidrocannabinolo), che è il principale composto psicoattivo della cannabis.

L’olio di CBD per cani è estratto dalle piante di canapa (e non dalla marijuana) e, per rimanere legale a livello federale, le piante di canapa devono contenere meno dello 0,5% di THC. Tuttavia, è importante notare che la legalità dei prodotti a base di CBD varia a seconda dello stato.

6 potenziali effetti collaterali del CBD per cani

Nonostante i benefici del CBD per le persone e la sua relativa sicurezza, ci sono alcuni effetti collaterali che il tuo cane potrebbe subire a causa di questo composto, soprattutto se somministrato in dosi eccessive.

  1. Secchezza della bocca. Molti sanno che la cannabis può causare secchezza della bocca negli esseri umani, e il CBD può avere un effetto simile sui cani. Anche se potrebbe sembrare fastidioso vedere meno saliva, questa è importante per la salute del tuo cane. Se il CBD causa secchezza della bocca, potrebbe portare a problemi di salute dentale, alito cattivo e dolore durante la deglutizione. Potresti notare che il tuo cane beve più acqua del solito.
  2. Sonnolenza. Un altro effetto collaterale comune dell’uso della cannabis negli esseri umani è la sonnolenza o sedazione. Anche se l’olio di CBD per cani non dovrebbe contenere THC, il tuo cane potrebbe comunque mostrare segni di sonnolenza dopo aver assunto CBD. Spesso, questo è dovuto a una dose troppo elevata, quindi se il tuo cane diventa assonnato dopo aver assunto CBD, consulta il veterinario per adeguare la dose.
  3. Disturbi gastrointestinali. Studi hanno dimostrato che la diarrea è un effetto collaterale comune nei cani a cui viene somministrato CBD, sia per via orale che tramite una crema transdermica. Anche se lieve, la diarrea è riportata come un effetto avverso poco comune anche negli esseri umani. Alcuni cani hanno stomaci più sensibili di altri e, come con molti nuovi farmaci o integratori, il vomito è un potenziale effetto collaterale.
  4. Alterazioni degli enzimi epatici. Il CBD ha dimostrato di influenzare gli enzimi epatici e può alterare il modo in cui il corpo metabolizza alcuni farmaci. Questo significa che può interagire e influenzare altri farmaci, portando a gravi effetti collaterali. Questo è un altro motivo per cui dovresti sempre consultare il veterinario prima di utilizzare un integratore di CBD, soprattutto se il tuo cane sta attualmente assumendo altri farmaci.
  5. Vertigini. Il CBD può anche causare vertigini nel tuo cane. Dovrai cercare segni che indicano che il tuo cane potrebbe essere stordito, come difficoltà a stare in piedi o cadute ripetute. Il CBD può rallentare il battito cardiaco e abbassare la pressione sanguigna. Quindi, specialmente una dose elevata di olio di CBD, può causare un calo della pressione sanguigna e provocare vertigini. Se l’olio di CBD che stai utilizzando non è puro e contiene THC, la sostanza psicoattiva nella cannabis che provoca lo “sballo” negli utenti, il tuo cane potrebbe essere più incline alle vertigini. Anche se potrebbe essere piacevole per alcune persone, potrebbe non essere così per il tuo cane. Il THC può essere tossico per i cani in dosi elevate e dovrebbe essere evitato. Non dovrebbe essere presente in nessun prodotto di CBD formulato specificamente per cani.
  6. Additivi nocivi. Oltre al THC, i prodotti con olio di CBD formulati per gli esseri umani possono contenere altri ingredienti non sicuri, inclusi quelli tossici per i cani come lo xilitolo. Utilizza sempre prodotti specifici per animali sotto la direzione del tuo veterinario. Purtroppo, spesso c’è un controllo di qualità minimo sui prodotti di CBD. Uno studio che ha valutato 29 prodotti veterinari a base di canapa ha rilevato che solo 10 contenevano la quantità di CBD dichiarata e 4 erano contaminati da metalli pesanti. Le aziende di CBD serie dovrebbero essere in grado di fornire un certificato di analisi per i loro prodotti.

Conclusione

Sebbene il CBD sia considerato sicuro per gli esseri umani e, nella maggior parte dei casi, anche per i cani, può comunque causare effetti collaterali per entrambi. Mentre noi possiamo decidere se i potenziali effetti collaterali valgono i benefici possibili del CBD, il tuo cane non può fare questa scelta. Sei tu che devi decidere cosa è meglio per il tuo cane.

Sono necessarie ulteriori indagini sulla sicurezza dell’olio di CBD per i cani. Pertanto, dovresti sempre consultare il tuo veterinario prima di somministrarlo al tuo animale. Tieni sempre presenti i potenziali effetti collaterali che potrebbe causare.

Se ti interessa l’argomento puoi leggere anche:

Miglior olio di CBD per cani e gatti.

Marco Cinofilini

Proprietario di un’erboristeria e sostenitore del CBD come rimedio naturale per trattare diverse condizioni di salute.

Leave a Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Olio di CBD per trattare la broncopneumopatia cronica ostruttiva? Ecco cosa dice questa ricerca

Qual è il momento migliore della giornata per assumere l’olio di CBD?

Cos’è successo al 33° Raduno Annuale dell’International Cannabinoid Research Society (ICRS)? Quali sono le nuove scoperte a tema CBD?