Home » CBD News » Differenza tra olio di CBD full spectrum e olio di CBD broad spectrum
Differenza tra olio di CBD full spectrum e olio di CBD broad spectrum

Differenza tra olio di CBD full spectrum e olio di CBD broad spectrum

Un terzo degli adulti USA ha fatto uso di CBD almeno una volta. Negli ultimi anni, la popolarità del CBD è aumentata perché sempre più persone si sono rese conto dei suoi particolari benefici.

Usarlo è un gioco da ragazzi. Almeno in molti stati USA. Purtroppo in Italia non è legale anche se si sta lavorando per cercare di legalizzarlo. Esistono due oli di CBD molto famosi sugli store del web: l’olio di CBD Full Spectrum e l’olio di CBD Broad Spectrum.

Allora, qual è la differenza tra CBD ad ampio spettro e CBD a spettro completo?

Ci sono vantaggi per uno rispetto all’altro?

Per approfondire la tua conoscenza sulle due tipologie di CBD non devi far altro che continuare a leggere.

CBD Full Spectrum

Nel suo stato meno filtrato, il CBD a spettro completo (full spectrum) può essere trovato in diverse forme, di solito come olio. Tuttavia, questo non è uno svantaggio, anzi, può avere dei vantaggi.

Gli steli e il fogliame della pianta di canapa sono contenuti in un recinto.

Per estrarre gli oli, il tessuto vegetale viene messo sotto pressione o viene utilizzato l’alcol. Questi oli possiedono una varietà di componenti derivati dalla pianta di canapa. L’olio di CBD a spettro completo è composto prevalentemente da CBD.

Il cannabinoide noto come CBD non provoca all’utilizzatore l’effetto sballo, tuttavia alcuni studi hanno suggerito che potrebbe essere benefico per la salute. Il CBD a spettro completo contiene una piccola quantità di THC.

La pianta di canapa contiene tracce di THC, il cannabinoide noto per i suoi effetti psicoattivi. Per legge, i prodotti contenenti CBD non possono avere più dello 0,2% di THC.

La quantità di THC presente nell’olio di CBD full spectrum è troppo bassa per dare un effetto intossicante. Tuttavia, può essere rilevata nei test antidroga. Inoltre, il CBD a spettro completo è composto anche da numerosi altri componenti vegetali.

Alcuni ritengono che i componenti aggiuntivi del CBD a spettro completo, come i grassi vegetali, gli oli e i terpeni, lo rendano più sano rispetto ad altre varietà di CBD. Questo fenomeno viene definito “effetto entourage“.

Facile assunzione

È semplice acquistare l’olio di CBD a spettro completo (full spectrum) poiché è disponibile in diverse forme, come olio, distillati, caramelle gommose e vapes.

È semplice incorporare l’olio di CBD nei pasti o nelle bevande, sia che si preferisca condirci l’insalata, mescolarlo a un frullato o assumerlo direttamente.

Ad alcuni individui non piace il sapore o l’odore del CBD. Pertanto, preferiscono incorporarlo in un altro prodotto prima di consumarlo. Per esempio, alcuni scelgono di aggiungerlo a prodotti da forno come i brownies. Altri preferiscono applicarlo localmente.

Questo prodotto può essere utile per trattare problemi della pelle che causano infiammazioni, come le eruzioni cutanee. Può essere utilizzato anche come olio da massaggio o come additivo per il bagno. Prima dell’acquisto, assicurati sempre di verificare la qualità dell’articolo. Non devi sperperare i tuoi soldi in oli di CBD di qualità inferiore.

CBD Broad Spectrum

Non è difficile contrapporre il CBD integrale a quello ad ampio spettro (broad spectrum). La differenza principale sta nel contenuto di THC.

La maggior parte dei prodotti CBD ad ampio spettro non contengono THC, ma sono comunque presenti altri componenti vegetali. Questi possono essere costituiti da grassi vegetali, oli, terpeni e altri cannabinoidi.

La pianta di canapa contiene più di cento cannabinoidi, la maggior parte dei quali è simile al CBD in quanto non induce l’effetto psicoattivo del THC. L’eliminazione delle minuscole quantità di THC non altera gli effetti del prodotto.

I test antidroga non visualizzano il THC quando le persone utilizzano il CBD ad ampio spettro, il che è preferibile per chi vuole concentrarsi maggiormente sui suoi effetti. In questo caso, il THC non sarà un elemento che disturba l’acquirente.

Tuttavia, bisogna essere prudenti quando si sceglie questo tipo di CBD. La maggior parte non contiene THC, ma alcune marche ne inseriscono comunque piccole quantità.

L’unico modo per determinare se un prodotto a base di CBD ad ampio spettro contiene THC è consultare l’elenco degli ingredienti presenti prima dell’acquisto. Suggeriamo di leggere l’analisi del prodotto. I siti migliori che vendono oli di CBD mettono a disposizione dei propri utenti i documenti in cui è presente la concentrazione degli ingredienti.

La differenza tra CBD broad spectrum e CBD full spectrum

Esistono due varietà di olio di CBD di alto livello: quello ad ampio spettro (broad spectrum) e quello a spettro completo (full spectrum). Il processo di raffinazione del CBD a spettro completo è meno intenso di quello del CBD ad ampio spettro e quest’ultimo non dovrebbe contenere THC.

Il metodo di assunzione è il medesimo: alcuni preferiscono ingerirli, mentre altri optano per l’applicazione topica.

Se vuoi evitare il THC scegli l’olio di CBD Broad Spectrum. Se invece vuoi che il THC sia presente nel tuo prodotto, scegli l’olio di CBD Full Spectrum ma attento, potrebbe essere rivelato nei test antidroga.

Chiede sempre un parere al tuo medico prima di assumere qualsiasi olio di CBD.

Marco Cinofilini

Proprietario di un’erboristeria e sostenitore del CBD come rimedio naturale per trattare diverse condizioni di salute.

Leave a Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 potenziali effetti collaterali dell’olio di CBD per cani: leggi questo prima di utilizzarlo

Olio di CBD per trattare la broncopneumopatia cronica ostruttiva? Ecco cosa dice questa ricerca

Qual è il momento migliore della giornata per assumere l’olio di CBD?